RECUPERO BENI

I volontari dell’Associazione IoNonCrollo hanno contribuito alle operazioni di recupero beni all’interno delle abitazioni

e delle attività produttive e studi professionali in Zona Rossae nelle altre strutture dichiarate inagibili, organizzate e coordinate dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e dalla Protezione Civile Nazionale. Accompagnando amici, parenti, conoscenti e tutti i concittadini che ne hanno avuto bisogno a recuperare dalle proprie abitazioni distrutte i beni di prima necessità, i ricordi di una vita, ciò che è stato possibile portare in salvo dalla distruzione.

BENI DI PRIMA NECESSITA’

Sin dalle prime ore che hanno seguito le forti scosse di ottobre, IoNonCrollo ha potuto raccogliere le numerosissime donazioni di beni

Grazie agli spazi messi a disposizione dal Cus Camerino e da diversi privati IoNonCrollo ha potuto raccogliere e stoccare le numerosissime donazioni di beni, prodotti, giochi e materiali di vario genere provenienti dal cuore grande di tutta Italia e distribuirli alle famiglie e ai cittadini terremotati che ne hanno avuto bisogno. Questo ci ha permesso di sopperire alle prime necessità degli sfollati che in pochi secondi si sono trovati senza più nulla, ma non hanno mai perso la tenacia e la forza di andare avanti.

INIZIATIVE PER LA CITTA'

L’Associazione si prefigge di mantenere saldo il tessuto sociale cittadino. Per questo sin dai primi giorni dopo le terribili scosse di ottobre i volontari hanno organizzato iniziative, attività e eventi per tutta la cittadinanza, dai bambini più piccoli agli anziani, soprattutto nelle prime settimane di emergenza sia negli spazi del Cus Camerino che in altri luoghi cittadini, come il Veglione di Capodanno. Abbiamo anche messo in piedi l’iniziativa “Tesori dell’Appennino”, scrigni di prodotti tipici provenienti dalle aziende colpite del nostro territorio durante il periodo natalizio.